LA DIAGNOSTICA

Lo scopo delle indagini è di valutare lo stato di conservazione del dipinto, discriminare le zone originali della pellicola pittorica da quelle interessate, in passato, da interventi di restauro, di studiare le tecnica pittorica, di caratterizzare i materiali utilizzati dall'artista e le eventuali forme di degrado presenti

LE INDAGINI 

  • Ripresa fotografica in luce radente

  • Fotografia della fluorescenza UV, rilevamento della fluorescenza ottica attivata dalla sorgente di radiazione UV

  • Riflettografia multibanda, eseguita con riflettografo avente una sensibilità spettrale estesa da 320 nm a 1200 nm

  • Riprese macrofotografiche, microscopiche e videoendoscopiche in luce visibile

  • Spettrofotometria FT/IR in Micro-HATR: esecuzione di un'analisi qualitativa e semiquantitativa delle sostanze organiche ed inorganiche su sezione lucida mediante spettrofotometria all'infrarosso in trasformata di Fourier (FT/IR)

  • Indagine della fluorescenza dei raggi X (XRF) in sito, per ciascun punto di analisi

  • Esecuzione di una sezione lucida trasversale con studio al microscopio ottico polarizzatore in luce riflessa, per individuare la sequenza e lo spessore dei differenti strati pittorici

  • Analisi gascromatografica (GC-MS) per il riconoscimento di oli e cere

1/5

© 2018 Estia srl - Restauro beni culturali - via A. Gramsci 116 - 06083 - Bastia U. (PG)

pec estia.restaurobeniculturali@legalmail.it - c.f./p.iva 01839550546 - REA 162452 - codice destinario 66OZKW1 - capitale sociale € 52.000,00 i.v.

logoben.png